TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 674 del 28 luglio  2019
Tel. 346 8046218
 TRUCIOLI TORNERA'
L'8 SETTEMBRE
BUONE VACANZE
I vescovi a Scajola... Stampa E-mail
Scritto da ORAZIO LA ROCCA da La Repubblica   
I vescovi a Scajola:
"Dai in beneficenza i soldi della casa al Colosseo"

Un editoriale del Sir, l'agenzia della Conferenza episcopale, fa ironia sull'ex ministro

di ORAZIO LA ROCCA da La Repubblica

CITTA' DEL VATICANO - "Caro Scajola perché non dai in beneficenza il milione di euro risparmiati a tua insaputa nell'acquisto della casa al Colosseo?". E' il Sir (Servizio informazione religiosa), l'agenzia stampa della Conferenza episcopale italiana, che chiede all'ex ministro di fare un gesto di "buona volontà" per mettere a tacere definitivamente il clamore sollevato dal sistema, poco ortodosso, con cui ha acquistato nel cuore della Roma antica una casa origine dei guai giudiziari che lo portarono, a suo tempo, a rassegnare la dimissioni da ministro.


 

Dopo la recente assoluzione decisa dal tribunale di Roma, il Sir diretto da Domenico Delle Foglie, in un editoriale dal titolo non privo di una indubbia ironia ("Una ideuzza per Scajola..."), avanza una proposta che forse potrebbe mettere definitivamente a tacere ogni illazione sull'intera vicenda, suggerendo all'ex ministro di donare i soldi risparmiati da quell'acquisto alle opere di carità (mense, dormitori, case di accoglienza...) delle suore di Madre Teresa di Calcutta. "Conclusa con l'assoluzione la vicenda giudiziaria della abitazione vista Colosseo di Claudio Scajola, pagata 'a sua insaputa' dall'imprenditore e amico Diego Anemone, ci resta qualche curiosità  -  puntualizza nell'editoriale l'agenzia stampa della Cei  -  Dalle cronache scopriamo che l'ex ministro ha intenzione di vendere al più presto l'abitazione. Nulla sappiamo delle sue intenzioni finali. Vorrà restituire qualche cosa al suo 'benefattore'?. Noi avremmo una idea migliore. Poiché ha vissuto l'intera vicenda da 'inconsapevole', come hanno accertato i magistrati, provi a fare un atto di grande consapevolezza. Considerato che né lui né Anemone navigano in cattive acque, faccia una bella donazione di tutta la plusvalenza rispetto alla somma da lui sborsata (600 mila su un totale di 1 milione e 700 mila euro) al momento dell'acquisto. Donino quel milione di euro in più alla mensa per i poveri gestita dalle suore di Madre Teresa di Calcutta in Vaticano. Come si faceva in tempi lontani: non si potrà guadagnare il Paradiso, ma qualcosa varrà pure... Noi del Sir gli assicuriamo un servizio fotografico e un articolo di racconto. Affare fatto signor Scaiola?". La parola ora all'ex ministro. Il Sir della Cei attende con fiducia.

ORAZIO LA ROCCA da La Repubblica

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



Banner


dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information