Settimanale Anno XVI
Numero 725 del 18 ottobre 2020
Tel. 346 8046218

Autostrade, gallerie da rifare Stampa E-mail
Scritto da Ava Zunino da La Repubblica   

Autostrade, gallerie da rifare
Appello della Liguria alla Ue  'Una deroga o sarà la paralisi'

CODE lunghe 40 chilometri e più sul settanta per cento del tracciato autostradale che percorre la Liguria. Tutti i giorni. Per anni. E' il destino che ci attende se il governo italiano non otterrà dall' Unione Europea una deroga alla norma per la messa in sicurezza delle gallerie autostradali che ha la scadenza tassativa del 2019.

Se la messa in sicurezza non viene diluita nel tempo, la Liguria resterà isolata dal resto d' Europa e d' Italia. E' il motivo per cui la Regione Liguria è appena andata in missione chiedendo al governo e all' Unione Europea di intervenire per un caso, quello appunto di questa Regione, che per conformazione del territorioè più unico che raro. La richiesta è una proroga di dieci anni della scadenza del 2019 per le gallerie autostradali e per quelle ferroviarie che dovrebbero essere adeguate entro il 2021. In Liguria infatti i tunnel autostradali sono 152 e costituiscono il 40 per cento dei 350 chilometri della rete autostradale. La quantità corrisponde all' incirca a quelle di Germania, Franciae Regno Unito messe insieme. E' il 15 per cento delle gallerie dell' intera rete trans-europea. Sono tutti dati che la Regione ha inserito nel dossier consegnato al governo e alle strutture europee, in cui sottolinea che la paralisi ligure provocherebbe un "tappo" anche per i traffici da e per la Francia. Anche perché la situazione più critica è proprio a ponente. «La sola autostrada A 10 fra Savona ed il confine francese - si legge nel documento - su 113 chilometri di lunghezza ha ben 67 gallerie e per 21 di queste i lavori di adeguamento sono obbligatori. Gli effetti negativi di questa eventuale concentrazione di cantieri lungo le autostrade liguri influenzerebbero anche la Provenza e più in generale tutta l' economia del sud Europa». Neppure in Francia, come in Liguria, esistono itinerari alternativi: «Il lungo arco costiero dal delta del Rodano a Savona non offre nella sostanza alcun itinerario autostradale alternativo, se non quelli di lunga percorrenza che convergono sui tunnel alpini del Frejius e del Monte Bianco». Ma il tragitto attraverso la Liguria è il meno costoso sia in termini di pedaggi che di chilometri e ore di guida. Un Tir che viaggia da Marsiglia a Milano se passa da Genova sostiene un costo di 450 euro. Se lo stesso Tir passa dal Frejus spende 893 euro, dal Monte Bianco 933 oppure 750 se transita dalla Svizzera. Quanto al tempo di guida, sale da 7 ore e 25 minuti che si impiegano passando dal nodo genovese a 9 ore e mezza dal Frejus, 10 ore dal Monte Bianco e 13 ore e 8 minuti dalla Svizzera. Insomma una paralisi non solo per la Liguria dove comunque si andrebbe ad aggravare "l' effetto a collo di bottiglia che si registra ormai quotidianamente" su una rete stradale e autostradale su cui transitano ogni giorno oltre 25 mila Tir. 450 EURO Li spende un Tir MarsigliaMilano via Genova. Dal Bianco è il doppio -

AVA ZUNINO da La Repubblica

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 
Banner
Banner
Banner
Banner

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information