Settimanale Anno XVI
Numero 725 del 18 ottobre 2020
Tel. 346 8046218

Riforma delle zone di ampliamento cittadino Stampa E-mail
Scritto da Guido Luccini   

 

"Riforma delle zone di ampliamento cittadino” 
Le tre riforme necessarie, per la creazione del lavoro e dello sviluppo dei mercati….da apportare ai nostri: “PIANI REGOLATORI"
 
Dovevo concludere con la “Riforma delle zone di ampliamento Cittadino”.

 Ma!! …. ieri, il governo Monti subito dopo che tutta l'Italia è stata dichiarata a rischio sismico, ha pensato bene di intervenire finanziando in modo massiccio quella parte di Paese che  non è nè collaudabile …... nè quindi antisismica.

 

E' evidente che gli interventi prospettati quali soluzioni lavorative si riferiscono ad abitazioni che necessitano di nuovi impianti, nuovi serramenti, nuovi pavimenti, nuove protezioni energetiche, come tutte le case che sono crollate all'Aquila ed in Emilia Romagna, che appaiono nel disastro televisivo in ottimo stato di .... conservazione,... e di cui l'Italia è ancora stracolma e bisognosa di interventi...

“DIVERSI” !!!

 

L'orrore sta nel fatto che per decenni si è autorizzata la cosi-detta “Ristrutturazione” agevolandola con quell'assurdo e concettualmente permissivo 36% sull'IRPEF, senza neanche accennare ipotesi sulla reale consistenza strutturale, che è rimasta e rimane così sempre a rischio come prima, …......ed ora come se niente fosse successo a questi volumi insicuri e crollati, per quanti rimangono ancora, l'agevolazione permissiva assurge al 50% !!!

Ma ….. a quanti terremoti dovremo ancora assistere sulla nostra pelle, prima che si smetta di proporre assurdi ed inutili interventi su volumi cittadini che, al momento del sisma o dello scoppio di una cucina a metano, si sbriciolano seppellendovi i suoi abitanti!! …....  mentre i sopravvissuti invocano l'aiuto che gli è dovuto........

 ….e mentre con una angosciosa indifferenza, il nostro allegro governo  propone ora  di continuare a finanziare il riattamento di tutta  quella parte d'Italia che è a rischio sismico, preparandola così più bella e imbiancata sino  alla prossima tragedia.

 

Credetemi non abbiamo più  molto tempo per intervenire, siamo nelle mani di persone  da cui ci si può aspettare ancora il peggio, se possibile, di un terremoto ….. e nessuno  è in grado di proporre soluzioni... manco di copiare la mie che  per ora appaiono,  se pur discutibili le uniche attuabili ......!!!

 

 

“Riforma delle zone di ampliamento cittadino”  

 

Non è il caso di perdere altro tempo prezioso per tutti ….. se il problema interessa, rimando i miei lettori ai seguenti articoli :

 

 

Aggressione programmata del territorio.   

Come si distrugge una città.  del 10/09/2011  

Il nostro dissesto idrogeologico   del 04/ 12/2011 

 

E per completare  la descrizione degl   gli interventi da apportare ai nostri “Piani Regolatori” …....

 

 

Questo è Turismo? del 16/10/2011

Pietra Ligure non distruggete quel che rimane del 04/09/2011 

Cinque proposte per il rilancio del Turismo.       

 

Guido Luccini

luccini guido @libero.it

Savona 17/06/20012

 

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 
Banner
Banner
Banner
Banner

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information