Centenario dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Savona Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 
Scritto da Trucioli Savonesi   
Successo memorabile per il Centenario
dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Savona
  

Sabato 26 marzo nella prestigiosa Sala Rossa del Comune di Savona, sotto l’abbraccio del Tricolore e dei Labari rappresentativi delle molte Associazioni e delle autorità militari, ecclesiastiche e civili intervenute, ha avuto luogo un’emozionante celebrazione del Centenario dell’Associazione Nazionale Carabinieri della Sezione di Savona, una delle primissime d’Italia che, simbolicamente, festeggia cent’anni di vita proprio nel periodo in cui si celebrano anche i 150 anni dell’Unità d’Italia; come a voler suggellare una significativa ed importantissima realtà nella storia del nostro Paese.

La sala, gentilmente concessa dall’amministrazione comunale alla quale va un sincero ringraziamento, gremita da circa duecento partecipanti visibilmente emozionati, ha vissuto attimi d’intensa commozione fin dall’inizio quando, il Presidente dell’ANC, Ten. Antonio Rossello, ha invitato tutti a raccogliersi in silenzio per commemorare i Caduti della Patria. Dopo il ringraziamento e il saluto a tutte le autorità intervenute, il Presidente ha ricordato che gli scopi principali dell’Associazione - che è apolitica - sono di promuovere e cementare i vincoli di cameratismo e di solidarietà fra i militari in congedo e quelli in servizio, tener vivo fra i soci il sentimento di devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle gloriose tradizioni dell’Arma, e la memoria dei suoi eroici Caduti.

“Il Carabiniere è tale tutta la vita. Porta vivo nel cuore l’amore alla Patria, all’Arma ed alla sua nobile missione e, anche fuori dai ranghi del servizio attivo, resta spiritualmente nelle sue file e continua a vivere idealmente in essa.”

Ha poi proseguito la presentazione, la delegata delle Benemerite dell’ANC di Savona, Antonella Cavallero, descrivendo con immagini e testi da lei stessa preparati con l’aiuto di Mario Mazzini e Danilo Pilotti, anch’essi soci ANC di Savona, la storia di assoluta dedizione e d’incondizionata fedeltà al bene comune che ha elevato l’Arma e l’ANC a sicuro riferimento per l‘intera collettività nazionale e per le sue istituzioni. Una storia punteggiata da innumerevoli atti di eroica quotidianità, tante volte compiuti con il supremo dono della vita, suggellata dalla sentita e affettuosa gratitudine della gente che continua ad accordare ai Carabinieri di ogni ordine e grado il proprio fiducioso consenso.

L’Associazione Nazionale Carabinieri ebbe origine a Milano nel 1886 e, negli anni seguenti, si accrebbe con altre sezioni. La Prima Guerra mondiale strinse ulteriormente i vincoli di cameratismo tra i Carabinieri che s’impegnarono per l’unificazione delle varie associazioni locali in un’unica Associazione Nazionale. L’ANC ancora oggi é costituita da circa 1.700 Sezioni sul territorio Italiano con oltre 210.000 soci, oltre ai 115.000 Carabinieri in servizio e 25 Sezioni Estere con circa 1.000 Soci.

In rappresentanza della città di Savona sono intervenuti il Presidente della Provincia, AngeloVaccarezza, l’Assessore del Comune, Francesco Lirosi ed il Presidente del Consiglio Comunale, Marco Pozzo, ai quali è stata consegnata una pregiata stampa raffigurante momenti storici rappresentativi dell’essere Carabiniere.

Suggestivo è stato anche l’intervento del Com.te del Reparto Operativo CC di Savona Col. Olindo Di Gregorio, il quale, oltre a farsi portavoce dei saluti e degli auguri personali del Com.te Provinciale CC di Savona, Col. Giovanni Garau, impossibilitato a presenziare causa inderogabili impegni istituzionali, ha descritto il suo coinvolgimento emotivo, oltreché per la carica ufficiale, anche per i legami all’Arma ed all’ANC di propri famigliari. Tra i presenti, in rappresentanza dei CC di Savona, c’era anche il Cap. Pilutti.

Il Cav. Di Gran Croce Lelio Speranza, Presidente CO-Armi e Socio Onorario ANC di Savona, ha esposto un accorato appello ai valori da sempre riconosciuti agli esponenti dell’Arma e delle Associazioni dei Carabinieri. 

Il Presidente, Ten. Antonio Rossello, ha poi consegnato le ambite Onorificenze agli iscritti all’ANC da 20 e 25 anni, nonché un affettuoso omaggio di riconoscenza al Cav. Lelio Speranza, al Delegato Provinciale ANC Giovanni Cereda ed al Coordinatore Provinciale ANC Anselmo Biale.

Inoltre, una singolare simpatica e molto significativa circostanza ha coinvolto Don Marco Fossile che è stato pubblicamente iscritto in qualità di Socio simpatizzante nell’ANC di Savona e, almeno ufficiosamente e simbolicamente, Cappellano della stessa.

 

Il Presidente ha infine ricordato, a tutti, che gli iscritti all’ANC sono, soprattutto, volontari che prestano la loro opera con spirito e sacrifici, anche economici, per mantenere l’unione d’intenti tra l’Associazione Nazionale Carabinieri, l’Arma e la Patria.

 

VIVA L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI
VIVA L’ARMA DEI CARABINIERI
VIVA L’ITALIA

 

La cerimonia si è poi conclusa con un ottimo rinfresco offerto dalla COOP Liguria.

 

Per informazioni su ANC Savona: Via Guidobono, 12 - 17100 Savona Tel./Fax: 019 810913

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 Danilo Pilotti  Socio ANC Sezione di Savona

 

Discorso del Presidente Sezione ANC

 

Un’ Unità di territori e persone, chiamata Italia, ha scritto una storia di 150 anni, della quale noi Carabinieri in congedo di Savona, uniti in Associazione, siamo orgogliosamente parte, ormai da cent’anni….
 
Una storia di popolo, di tante persone comuni, che - anche nei giorni più bui - hanno creduto nei sacri valori della Patria.
 
Oggi è la nostra Festa, che condividiamo con tutti Voi, accomunati dai medesimi intenti.
 
Con questo spirito, non ci dilungheremo nel raccontarVi chi siamo, ciò che abbiamo fatto, ed ancora facciamo, ma vogliamo piuttosto testimoniare il segno tangibile di un’appartenenza.
 
La consegna degli Attestati di Fedeltà, per 25 e 20 anni di iscrizione, assume un valore simbolico: questi nostri soci sono Italiani, che - sia come Carabinieri che come onesti Cittadini - hanno contribuito positivamente alla storia del nostro Paese.
 
Tante storie individuali fuse in una storia più grande, come tante goccie d’acqua che formano un mare.
 
Viva l’Arma dei Carabinieri, Viva la sua Associazione Nazionale …ma soprattutto viva tutti gli Italiani uniti, perché mai dobbiamo dimenticare che l’Italia siamo noi!
 
 
26 marzo 2011                                                                   Ten. Antonio Rossello
 
 
Presidente e Ten. Col. Olindo Di Gregorio
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli



dal 22 Novembre 2004

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa