SETTIMANALE anno XVII
n° 748 del 18 aprile 2021
tel 346 8046218

L'Italia sta morendo di problemi o soluzioni? Stampa E-mail
Scritto da FRANCO LUCERI   
  L'Italia sta morendo di problemi o soluzioni?

 

  

 

In Italia temiamo di essere sepolti vivi dai problemi; ma quelli che consideriamo tali, in realtà sono la somma algebrica fra il problema originario grande quanto una capocchia di spillo, e la soluzione "mirata" che invece di risolverlo lo ha trasformato in catastrofe planetaria.

Nelle case avevamo come soluzione al fuoco, il camino a legna, poi arrivò la cucina gas, poi elettrica, poi ad induzione e successivamente il forno a microonde ha reso ancora più sicura, efficace e conveniente la soluzione del fuoco in casa.

Cioè ai danni propri del problema, si sono aggiunti quelli indotti da soluzioni erroneamente ritenute capaci di sopprimere il problema. Ma di fatto lo hanno incancrenito e ingigantito sopprimendo gli umani, collassando il sistema socio-economico o devastando l'ambiente. Vedi covid-19 + lockdown.

Quando l'uomo di scienza Inventa una soluzione efficace non sta risolvendo un problema ma sta migliorando la soluzione precedente che è stupido continuare a chiamare problema.

Perciò Incominciamo a convincerci che i problemi non esistono più da svariati millenni. Esistono solo miliardi di soluzioni non andate a buon fine con tutto il carico di devastazione sociale economico e ambientale indotto.

In Italia non siamo più afflitti dal problema istruzione, informazione, sanità, trasporti, previdenza, pubblica amministrazione, politica corrotta, Giustizia a babbo morto, ma da altrettante soluzioni reciprocamente conflittuali che non hanno mai assicurato decente funzionalità alla casa comune democratica chiamata Stato.

La scuola si è sempre limitata a riempire cervelli invece di formare cittadini onesti e responsabili.

Altrettanto fa la sanità curando la malattia non l'uomo in tutte le sue molteplici necessità. Come dire che le istituzioni si pongono il problema di rendere accettabile il proprio "disservizio", non di tenere lo Stato in buona salute perché possa garantire alla collettività una vita a misura di uomo onesto, intelligente e responsabile, prima che di quella specie si estingua la razza.

Quindi oggi chi crede di dover curare il problema pandemia non ha capito una mazza. Alla pandemia sanitaria curata da apprendisti stregoni, in pochi mesi si è aggiunta quella socio-economica e di conseguenza anche quella politica.

Ciò che va curato oggi è l'insieme delle soluzioni fasulle che stanno per portare l'Italia al collasso sanitario, economico, politico e Dio non voglia alla guerra civile.

Limitare i danni da pandemia con il lockdown che per un anno ha paralizzato la produttività di un intero Popolo, è stato intelligente come spegnere l'incendio con la benzina. Ha obbligato a letto l'intera famiglia perché il nonno aveva una linea di febbre. Ma il nonno è morto e la famiglia è alla fame.

La soluzione cervellotica del problema pandemia, ha distrutto l'economia e moltiplicato affamati, disoccupati e falliti.

Manca solo la calata di avvoltoi pubblici e privati che aspettano di banchettare.

 

  FRANCO LUCERI  da IL REBUS DELLA CULTURA

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





Banner
Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information