Settimanale Anno XVI
Numero 721 del 13 settembre 2020
Tel. 346 8046218
Elezioni: intervista alla candidata Caterina Garra Stampa E-mail
Scritto da SELENA BORGNA   

Elezioni regionali 2020

intervista alla candidata Caterina Garra

 

Il 20 e 21 settembre si terranno le elezioni per il rinnovo del consiglio regionale della Liguria e sono molti i candidati che sostengono i possibili governatori; tra di essi, a sostegno di Giovanni Toti, c’è anche Caterina Garra, 44 anni, assessore allo sport del comune di Cairo Montenotte dal 2017.

 


 

Un Suo breve curriculum

 Ho 44 anni, sono sposata, ho due figli, svolgo la professione di consulente del lavoro, sono nata e vivo da sempre a Cairo Montenotte. Ricopro l’incarico di assessore allo sport, commercio e patrimonio del comune di Cairo Montenotte dal 2017 con l’amministrazione di Paolo Lambertini

 

Perchè ha deciso di candidarsi consigliera regionale?

 Perché è una bella opportunità visto che sono convinta che in consiglio regionale dev’esserci un rappresentante della Val Bormida creando un collegamento diretto con Genova e, così facendo, la valle ha più forza in regione. Giovanni Toti ha lavorato bene, ha promosso la Liguria facendola crescere e supportandola nei momenti di bisogno come la caduta del Ponte di Genova e l’emergenza sanitaria. Mi sono candidata con il partito di Toti perché lui ha lavorato bene, le persone della sua squadra anche e Angelo Vaccarezza mi ha chiesto di mettermi in gioco. Questa lista è quella a cui sono più vicina e anche se il partito è nuovo credo nel progetto sperando che possa ottenere i risultati che merita

 


 

Cosa significherebbe per Lei diventare consigliera regionale?

 Sarebbe un importante percorso di crescita visto che il mio attuale incarico è il primo del mio percorso politico e andare a Genova risulterebbe un salto importante. Andrei orgogliosamente in regione contenta di fare qualcosa per la Liguria e la Val Bormida portando il mio contributo per valorizzare questa zona di Liguria

 

Breve programma elettorale

Le deleghe che attualmente ho in consiglio comunale a Cairo sono molto vicine a me e potrei crescere su questi temi. La sanità è un tema difficile e spero di riuscire a risolvere la situazione riportando il Pronto Soccorso e tutti i reparti presenti in passato; la Liguria ha una conformazione geografica particolare ed è necessario che nessun ospedale chiuda

 

Se venisse eletta cosa realizzerebbe nei primi cento giorni da consigliera regionale?

 Vorrei lavorare per far funzionare gli ospedali di Cairo Montenotte ed Albenga valutando le deleghe che mi saranno assegnate. Lo sport e l’associazionismo sono importanti per me visto che fanno crescere le persone, soprattutto i nostri giovani. Mi dispiace molto la crisi del commercio e spero che ci possano essere aiuti per ripartire visto che anche le attività storiche stanno soffrendo; riguardo al referendum voglio dire che occorre leggerlo bene e capirlo per non cedere in errore

 


 

Alcuni dei candidati al consiglio regionale di cinque anni fa oggi siedono in Parlamento. Lei vorrebbe seguire queste orme?

 Quando si entra in comune si pensa, scherzando, a Roma ma quando mi sono candidata come consigliera comunale a Cairo l’ho fatto per realizzare qualcosa per il mio paese ed i suoi abitanti non pensando alla regione o al Parlamento. Mi è capitata questa occasione e voglio andare a Genova per portare la voce dei comuni della Val Bormida; l’unica cosa che mi dispiace è che se dovessi essere eletta in regione scatta l’incompatibilità come assessore comunale

 

Una frase che la rappresenta

 Sono una persona semplice, mi piace ascoltare la gente e vorrei risolvere i problemi di tutti ma non sempre è possibile

 

SELENA BORGNA 

 

 

Il 20 e 21 settembre si terranno le elezioni per il rinnovo del consiglio regionale della Liguria e sono molti i candidati che sostengono i possibili governatori; tra di essi, a sostegno di Giovanni Toti, c’è anche Caterina Garra, 44 anni, assessore allo sport del comune di Cairo Montenotte dal 2017.

 

Un Suo breve curriculum

 

Ho 44 anni, sono sposata, ho due figli, svolgo la professione di consulente del lavoro, sono nata e vivo da sempre a Cairo Montenotte. Ricopro l’incarico di assessore allo sport, commercio e patrimonio del comune di Cairo Montenotte dal 2017 con l’amministrazione di Paolo Lambertini

 

Perchè ha deciso di candidarsi consigliera regionale?

 

Perché è una bella opportunità visto che sono convinta che in consiglio regionale dev’esserci un rappresentante della Val Bormida creando un collegamento diretto con Genova e, così facendo, la valle ha più forza in regione. Giovanni Toti ha lavorato bene, ha promosso la Liguria facendola crescere e supportandola nei momenti di bisogno come la caduta del Ponte di Genova e l’emergenza sanitaria. Mi sono candidata con il partito di Toti perché lui ha lavorato bene, le persone della sua squadra anche e Angelo Vaccarezza mi ha chiesto di mettermi in gioco. Questa lista è quella a cui sono più vicina e anche se il partito è nuovo credo nel progetto sperando che possa ottenere i risultati che merita

 

Cosa significherebbe per Lei diventare consigliera regionale?

 

Sarebbe un importante percorso di crescita visto che il mio attuale incarico è il primo del mio percorso politico e andare a Genova risulterebbe un salto importante. Andrei orgogliosamente in regione contenta di fare qualcosa per la Liguria e la Val Bormida portando il mio contributo per valorizzare questa zona di Liguria

 

Breve programma elettorale

 

Le deleghe che attualmente ho in consiglio comunale a Cairo sono molto vicine a me e potrei crescere su questi temi. La sanità è un tema difficile e spero di riuscire a risolvere la situazione riportando il Pronto Soccorso e tutti i reparti presenti in passato; la Liguria ha una conformazione geografica particolare ed è necessario che nessun ospedale chiuda

 

Se venisse eletta cosa realizzerebbe nei primi cento giorni da consigliera regionale?

 

Vorrei lavorare per far funzionare gli ospedali di Cairo Montenotte ed Albenga valutando le deleghe che mi saranno assegnate. Lo sport e l’associazionismo sono importanti per me visto che fanno crescere le persone, soprattutto i nostri giovani. Mi dispiace molto la crisi del commercio e spero che ci possano essere aiuti per ripartire visto che anche le attività storiche stanno soffrendo; riguardo al referendum voglio dire che occorre leggerlo bene e capirlo per non cedere in errore

 

Alcuni dei candidati al consiglio regionale di cinque anni fa oggi siedono in Parlamento. Lei vorrebbe seguire queste orme?

 

Quando si entra in comune si pensa, scherzando, a Roma ma quando mi sono candidata come consigliera comunale a Cairo l’ho fatto per realizzare qualcosa per il mio paese ed i suoi abitanti non pensando alla regione o al Parlamento. Mi è capitata questa occasione e voglio andare a Genova per portare la voce dei comuni della Val Bormida; l’unica cosa che mi dispiace è che se dovessi essere eletta in regione scatta l’incompatibilità come assessore comunale

 

Una frase che la rappresenta

 

Sono una persona semplice, mi piace ascoltare la gente e vorrei risolvere i problemi di tutti ma non sempre è possibile

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 
Banner
Banner
Banner
Banner

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information