Settimanale Anno XVI
Numero 725 del 18 ottobre 2020
Tel. 346 8046218

Covid19 agli arresti domiciliari Stampa E-mail
Scritto da C. BARUX   
Covid19 agli arresti domiciliari

 

 Sì, sì, come avrete capito io vado contro corrente e sono da sempre dalla parte dei più deboli...”

Tanti articoli di giornale, brava la Regione, bravi gli ospedali, bravi i medici e brava l’assistenza!   

E chi il covid19 lo sta “passando” agli arresti domiciliari???

“Ehhhhhh no...guarda te, non parlo/scrivo del cittadino che irresponsabile non è stato a casa oppure non ha rispettato restrizioni e guanti e mascherina (che comunque disperate e sfortunate lo sono tutte le anime colpite da covid)...

noooooo....Voglio sottolineare quelli che, lavorando in enti pubblici e/o privati nel ramo dell’assistenza, ovviamente per tutelare la fonte, non scrivo certo dove e per chi lavora...è stato/a lasciato/a ”nel dimenticatoio” degli arresti domiciliari!!!!

Con terapia, si sì...tosse, febbre, sensazione di soffocamento e per quella tosse maledetta che non t’abbandona mai mai, nè giorno nè notte... nonostante la terapia, che ovviamente nessuno ti somministra... te la somministri da solo, perché sei solo!!!!...fame d’aria....e poi dolori, crampi, una tromboflebite, e mal di testa, dissenteria...e dopo 25 giorni da incubi...problemi circolatori, tromboflebite, concausa  del covid...e chi non vorrebbe rimettere fuori di casa il naso ????anche solo il naso, anche solo per prendere una boccata d’aria.....quella che nemmeno più le mura di casa sembrano possedere....aria! nemmeno con tutte le finestre aperte ....spalancate perché magari non ha la fortuna di vivere in villa o in un mega appartamento...ma vive in 50 metri quadri di casa!!!

Ma noooooo... non ce lo può mettere il naso fuori casa!! Perché è in quarantena... dopo settimane di solitudine, perché rimasta/o sola/o in casa, ovviamente per non contagiare la famiglia... il naso fuori casa, nemmeno nel cortile privato, nella stradina, o su per il boschetto, dove non incontrerebbe nessuno? dove non vive nessun’altro???? noooooo

Vivere quasi con la vergogna di essere “infetta/o 

“con la vergogna... perché ti senti “additato” - parole della mia fonte.... (che mi fanno rabbia e tristezza allo stesso momento) mentre chi ora è agli arresti domiciliari, si prendeva cura dei pazienti positivi da covid19 e ancor prima senza che si “sapessero” positivi!!!! perchè sospettarlo, lo sospettavano tutti!

Perché in troppi dimenticano che chi oggi è 

Covid19 agli arresti domiciliari

Ha lavorato in condizioni vergognose,

Senza presidi di protezione,

Senza conoscere la realtà, anche domandandola insistentemente e quotidianamente!!!

Sospettando che ci fossero dei casi di “positività “non dichiarati volutamente.......alcun tampone, alcun rx, alcun esame....nè a pazienti nè a operatori con tre giorni di malattia e fuori servizio, senza tampone, senza accertamenti e dopo tre giorni a casa, il rientro in servizio, a lavorare, perché non poteva essere covid, ma lo era!!!!prevenzione????

E il naso fuori dalla porta di casa non ce lo può mettere perché se lo facesse e fosse scoperto/a sarebbe “segnalata/o!!!!!

Covid19 agli arresti domiciliari

Invece che rispondere/consolare questi “sfortunati” con frasi tipo:

”sei a casa in infortunio, senza alcun controllo” ma il controllo di cosa? Che sono obbligati agli arresti domiciliari?????”

Giornali, telegiornali e tuttologi del web.....regione e chi la “comanda”? O chi per essi???

Mettetevi una mano sulla coscienza!!!!!!perché i malati di covid19, non hanno commesso nessun crimine

 

  c.barux

 

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 
Banner
Banner
Banner
Banner

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information