Settimanale Anno XVI
Numero 702 del 29 marzo 2020
Tel. 346 8046218
Cinema: Dogman Stampa E-mail
Scritto da BIAGIO GIORDANO   
RUBRICA DI CINEMA A CURA DI BIAGIO GIORDANO
DOGMAN

 

Dogman, di Matteo Garrone, con Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Italia, 2018, Drammatico,95 minuti.

 Matteo Garrone si ispira liberamente a una vicenda vera - quella del "canaro della Magliana " a Roma - un uomo che avrebbe torturato e poi ucciso un amico prepotente e violento che più volte lo aveva picchiato e umiliato di fronte a diverse persone senza alcun motivo se non la disubbidienza ai suoi diktat paranoici.

Dopo aver subito l'ennesima umiliazione, il "canaro" padre di una bella bambina che gli vuole molto bene, attira l'amico violento nel suo albergo e toilette per cani, (c'è riuscito grazie alla messa in campo di un espediente efficace: un'offerta allettante, ossia proponendogli di compiere insieme una rapina nei confronti di alcuni ricchi spacciatori che stavano per arrivare).

All'arrivo dell'amico nell'Albergo per cani egli gli mostra la tattica di aggressione per la rapina che avrebbero dovuto compiere, e lo invita, come da essa previsto, ad entrare dentro una gabbia per cani nascosta, per simulare da dove, a un certo momento della rapina, avrebbe dovuto uscire e attaccare gli spacciatori da rapinare, in realtà era tutt'altra tattica, la sua personale, cioè quella che riguardava come uccidere l'amico, che una volta che l'avrebbe convinto ad entrare nella gabbia, avrebbe avuto la possibilità di chiuderlo a chiave dall'esterno, e cominciare a torturarlo...

Il film mette a nudo con grandi capacità drammatiche, una realtà sociale di periferia estremamente difficile, povera e desolata, priva per molti di ogni prospettiva, e da cui quindi non può che formarsi una umanità cinica e brutale impegnata giornalmente sia nella lotta per la sopravvivenza sia a godere di vizi passionali legati drammaticamente alla pulsione di morte autodistruttiva...

Nel film appare un sud rappresentato come una terra senza Stato, abbandonata da tempo sia dalla politica...e sia da un nord divenuto indifferente e opulento.

Tanti premi per un film che li vale tutti...

   Biagio Giordano   

 

I LIBRI DI BIAGIO GIORDANO

Cliccate sulle immagini per saperne di più e per acquistarli

 
 
 
        
 
Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Ricevi le News da Truciolisavonesi

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information