GLI AFORISMI DI MAURO COSMAI
TRUCIOLI SAVONESI
Settimanale Anno XV
Numero 660 del 21 aprile  2019
Tel. 346 8046218
Il Pd è stato punito (e non è ancora finita) ... Stampa E-mail
Scritto da MARTINO LOIACOLO Italia Oggi - Atlantico quotidiano.it   
 

Il Pd è stato punito (e non è ancora finita) perché continua

 sempre a guardare al resto del paese con la puzza al naso

Solo un outsider come Dario Corallo avrebbe potuto criticare in modo così spietato la sicumera del Pd.  Solo un giovane dem delle retrovie avrebbe potuto fare delle dichiarazioni così pesanti che mai e poi mai sarebbero volute emergere dai discorsi dei soliti noti. Perché il suo intervento all'Assemblea del Partito democratico, che non a caso rimbomba ancora, ha destato

 tanto scalpore? 


 

Forse perché Corallo ha fatto riferimento al metodo Twitter di Burioni («bulleggiare ed umiliare chi esprime dubbi») per spiegare come il Pd ha trattato l'elettorato italiano che prima ha votato no al referendum costituzionale, e poi ha preferito altri partiti alle politiche. Quel «come un Burioni qualsiasi» non è stato un attacco al metodo scientifico o all'importanza dei vaccini, ma ad un'impostazione politico-culturale secondo la quale sono state elevate a scienza assoluta delle scelte politiche di destra». In effetti Corallo ha messo in luce il solito vizietto dei dem tacciare di analfabetismo funzionale chiunque metta in discussione i suoi dogmi. Per questo ha citato l'europeismo, evidenziando che il Pd difende l'indifendibile, cioè «un'Europa antidemocratica».

Date queste premesse ha anticipato quel che ormai è noto: la sinistra italiane, dopo la probabile disfatta delle elezioni europee, rischia di scomparire. A maggior ragione se continua ad utilizzare questo tipo di atteggiamento.

Il giovane candidato alla segreteria del Pd ha poi ribadito quanto sia controproducente demonizzare gli elettori di Lega e 5 Stelle e quanto sia assurdo incolpare l'elettorato dopo la sconfitta alle urne. In tal modo ha rovesciato l'impostazione secondo cui sono gli elettori a non comprendere l'agenda del Partito democratico, mettendo in dubbio una delle tesi più care al renzismo. 

Strano a dirsi ma «se dopo anni le persone non capiscono, può essere il Pd che si è espresso male».

Insomma il discorso di Corallo è una presa di posizione netta che rompe una quiete surreale ed è  una testimonianza preziosa perché descrive dall'interno tutti i difetti che stanno distruggendo la sinistra. Difetti che sono ormai noti, ma che gran parte della classe dirigente dem continua ad ignorare.

Con la presunzione di essere «i competenti» (come ci si può autodefinire competenti senza delle realizzazioni politiche che giustifichino l’uso di questo termine?) i democratici continuano a cantarsela e a suonarsela tra loro, ignorando la rabbia e il malcontento di tantissimi italiani. 

Chiusi nei palazzi del potere, concentrati sulle lotte per la segreteria, non ascoltano un’Italia che, trascurata, alza la testa  e guarda altrove.  E quando qualcuno prova a sollevare una questione seria, difendono Burioni (che peraltro non è stato attaccato) e ignorano il cuore

del problema. Del resto quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito.

 

MARTINO LOIACOLO   Italia Oggi  - Atlantico quotidiano.it

 

Share/Save/Bookmark
 
Prego registrarsi o autenticarsi per aggiungere un commento a questo articolo.
 




Banner

Ricevi le News da Truciolisavonesi

Ultime da UOMINILIBERI

Login

Registrati per poter commentare gli articoli





Banner
Banner

dal 22 Novembre 2004

Il sito non è una testata giornalistica, si basa su attività di volontariato.

Gli autori dei testi sono responsabili dei dati, delle analisi delle opinioni in essi contenuti

Copyright © 2010 truciolisavonesi. All rights reserved.

Designed by Massa

 

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo impieghiamo i cookie. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie
We use cookies to improve your experience on this website. By continuing to browse our site you agree to our use of cookies. privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information