Celle Ligure – ‘d. C-19’ la Terza Era dell’umanità

L’abbiamo scritto, forse per primi, nel N. 37 GEN-MAR 2020, pensando già al dopo, mentre, a distanza di un anno, ci siamo ancora tutti dentro, al virus, dilagante in tutto il mondo, chi più chi meno, sperando, come diceva Eduardo, che ”…à da passà a nuttata!”. Speriamo presto!
E pure ‘a Civetta’ ne ha risentito, non potendo tenere i tempi di uscita e si scusa con il Lettori. S’è visto di tutto, e di peggio purtroppo, in questo anno: distanziamenti, chiusure, intubati e isolati in un’anticamera della morte, colonne di camion militari stracolmi di bare, funerali impediti, sconfinati campi cimiteriali, pire di improvvisate grigliate di umani… Ma qui, da queste nostre parti, il Cielo ci ha alquanto graziati, e siamo usciti indenni da fatti drammatici e, peggio, tragici: continuiamo ad essere attenti e osservanti in attesa del miracoloso vaccino! E ‘lei’ in qualche modo ha tenuto e rassicura che è viva (ne è stata trovata una sulle alture di Celle, forse distanziata- si troppo dal nido, ma non era la nostra) e arranca e becca al solito, anche senza vaccino. Quello sanitario, perché di ogni altro genere è ‘vaccinata’ dal suo primo volo e numero (1982). E così i civettuoli pennivendoli, loro però in pieno consenso di essere vaccinati per il C-19. E dunque, Amici Lettori, potete continuare a sfogliarla e leggerla ‘a Civetta’, senza alcun rischio di contagio. E se aveste da incrociare qualcuno dei ‘civettuoli’, potete fermarvi a scambiarne quattro: sul tempo, sul governo con mugugni e critiche al(la) Sindaco e alla nostra ‘nuova’ Amministrazione… Senza tema, perché questo ora avviene con noi, spesso colpevolizzandoci per averla sostenuta (cosa che faremmo ancora, e magari faremo, se del caso, alla prossima tornata).

‘d. Z-2’ la prima era al nostro Comune

Dopo una quarantina d’anni. Dove è certo che ora non tutto luccica, anzi, e si vede. Ed è bene in vista dei mugugnoni non ne perdono uno, giustamente, di dissesti, strutture mal o non funzionanti e cadenti, ecc. di cui se ne dice a parte: segno di presenza e vitalità e vera democrazia. Libero mugugno in libero paese! Non così tempo addietro dove ‘và tutto bene madama la marchesa’ e chi vuole intenda. Democrazia tanto invocata nel coro, ma spesso dileggiato o silenziato, che è anche peggio, chi osava dissentire o solo non essere allineato… Ne sa qualcosa ‘a Civetta’, accusata di essere sempre ‘contro’, cioè ‘nemica’, e tali i ‘civettuoli’, con scadute…in ambiti strettamente personali di inqualificabile, se non altro, cattivo gusto: e fosse stato solo quello… (fatti denunciati su queste colonne). “Pòle una democrazia, un’amministrazione esse, funzionare senza critica…? No! Fine del dibattito”(prendendo da Benigni per ‘l’uomo e la donna). E dunque ‘a Civetta’ esprime il suo ruolo, critica, ‘becca’, fuori da qualsiasi compagine o schema o, men che meno, faziosità, non avendo alcuno da contraddire ‘a prescindere’ o altri a cui rendere conto. E per questo andrebbe ancor più sostenuta! Obiettivo obbligato l’Amministrazione, il Sindaco, la Giunta, i precedenti come gli attuali. È però il ‘lascito senza pagar conto’, anzi, avendolo lasciato da pagare a chi è succeduto che preoccupa: provvedimenti, autorizzazioni, delibere…tutto già approvato, consolidato, mandato avanti e messo sotto il tappeto nel quarantennio. Bastino Rio S. Brigida, Pescetto, Bergamasche, poi sarà la volta delle Milanesi…, le più consistenti e in vista che abbiamo sotto gli occhi. Venute fuori in questo frattempo, guarda caso, e altre ne verranno, che si ritrova a dover gestire l’attuale Amministrazione e, ahimè!, subire noi cittadini, entrambi incolpevoli. Nell’era ‘post 2-Z’, peraltro in aspetti e realtà che sembrano fuori dal tempo, dopo quanto successo da poco più di un anno a questa parte. E dunque mugugniamo e critichiamo in libertà a pieni polmoni. Ne abbiamo scritto e ne scriveremo, senza sconti e remore di alcun genere, in quella che, comunque sia e cerchiamo di respirarla e farla respi- rare, è Aria Nuova!

 Pierino Ratto da  ‘A Civetta

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *