versione stampabile

Cara Loano, sei meravigliosa, ho ritrovato…

 Carissima redazione di Trucioli Savonesi,

sono Margherita, la “ragazza” di Milano, ora trasferita a Roma, che fa la guida turistica e che ha lanciato l’innocente appello al vostro blog per aiutarmi a rintracciare un amichetto dell’infanzia, quando trascorrevo le mie vacanze estive dalle suore Virgillito di Loano. Come avete riportato sul numero 217 di Trucioli di domenica scorsa (vedi….). Pubblicando anche la fotografia di quel ragazzino dagli occhi grandi, felice sulla spiaggia.

A Loano siete davvero meravigliosi! Ho avuto l’impressione che col vostro blog si siano mobilitati in tanti, vuol dire che siete seguiti ed apprezzati. Per il vostro impegno sul fronte sociale e nella libera informazione.

Vorrei ringraziare tutti. E raccontarvi che nel giro di poche ore dalla messa in rete di Trucioli il cerchio si era chiuso.

Lo confesso, ho vissuto come una ragazzina, con grande ed intensa trepidazione, i giorni precedenti e le ore seguenti. Lo ammetto, ero scettica sulla possibilità che un blog di provincia riuscisse ad aiutarmi. Come temevo di essere fraintesa. Capita del resto.

Con gioia, con la commozione della felicità genuina, il Luciano del quale chiedevo notizie mi ha telefonato, grazie all’indicazione da voi fornita. Ovvero la mia professione di guida turistica a Roma.

Un ringraziamento meritato vorrei estenderlo al signor Francesco della “Casa Marina” di Loano. Insieme a Luciano hanno cercato il mio numero di telefono, visto che  si ricordava perfettamente il mio nome e cognome.

Luciano mi ha raccontato che si è emozionato moltissimo quando ha letto la lettera-appello su Trucioli Savonesi e ha visto la sua foto di 14 enne sulla spiaggia di Loano.

Anche lui ricordava tutto di quegli anni… i piccoli dettagli ... incredibile !!

Sono felicissima e vorrei rendervi partecipe di questo mio stato d’animo. Siete stati davvero altruisti, vi siete mossi con estrema discrezione, nel rispetto assoluto di quella privacy che dovrebbe essere sempre alla base dei rapporti tra informazione giornalistica e cittadini.

Lasciatemi, lasciateci ora realizzare un piccolo ed innocente sogno. Ritrovarci dopo oltre 40 anni. Spero di incontrare qualcuno della vostra redazione. Avete fatto un magnifico regalo a quanti credono ancora nell’amicizia e nell’amore fraterno.

Margherita,  con molto affetto.