Daily Archives: 3 Luglio 2022

Il “mio” MoVimento: parte seconda.

PRIMA PARTE Naturalmente non posso dimenticare di citare il ballottaggio mancato per un pugno di voti alle Comunali di Savona del 2016, col bravissimo e coraggioso Salvatore Diaspro. Un risultato che da più parti è stato bollato come un nostro flop, mentre è stato esattamente

FANTASMI

S’è alquanto appannato, per usare un eufemismo, il mito della scienza e della sua ancella pratica, la tecnologia, capaci di risolvere tutti i mali del mondo, grazie alla ricerca sempre più spinta dietro ciò che appare ai nostri sensi, ai livelli cosmico e sub-microscopico. Ci

LA PROPAGANDA RUSSA IN ITALIA

Ormai è chiaro che è in atto da tempo una studiata  operazione mediatica di propaganda filorussa in Italia, vista come il ventre molle d’ Europa, dove più facilmente possono infiltrarsi la disinformazione e la tecnica manipolatoria volta a un’opinione pubblica già predisposta, per così dire,

DELIRIUM SAPIENS

Abbiamo un’alta inflazione perlopiù dovuta alla speculazione e alla ostacolata circolazione delle merci, che sta contribuendo alla concentrazione della ricchezza. Abbiamo anche una tendenza alla recessione, che ha ridotto di circa la metà le prospettive europee di crescita per quest’anno, ma le avrebbe più che

La democrazia occidentale da esportare

Abbiamo appena appreso i risultati delle elezioni comunali e dei referendum, dove l’affluenza media ai ballottaggi non è arrivata al 50%, mentre per un argomento così importante per la vita dei cittadini e cioè la Giustizia, l’affluenza non è arrivata al 20%, per cui, come

LA POLITICA NUOVA

Il federalismo non è solo costituzionalismo 1) SOVRANITÀ AL POPOLO La crisi della democrazia rappresentativa parlamentare, si profila come il nodo cruciale in cui si gioca futuro e destino dell’occidente. Il fenomeno, ampiamente presente in tutte le nazioni europee, siano esse governate da progressisti che

Desolazione

La situazione politica attuale è davvero desolante. Scissioni dovute alla regola dei Cinque stelle, che recita “due mandati e si va a casa” cosa che, come già scritto, condivido, ma poi si arriva all’assurdo che i due partiti,  risultato della scissione, stanno entrambi sostenendo il

Centro di gravità permanente

Qualcuno sta col centrodestra, qualcuno col centrosinistra, qualcuno equidistante, qualcuno aspetta Godot. Ma la legge elettorale è sempre il famoso e odiato “rosatellum “. Ci sono quelli che un partito ce l’hanno, anche se piccolo, e sono tanti: Calenda, Bonino, Renzi, Toti, Brugnaro, Lupi, Mastella,